Questa pagina appare migliore se Javascript è attivo

Python 2.0 ha raggiunto il capolinea

 ·   ·  ☕ 2 minuti  ·  ✍️ Francesco Bresciani

Lo scorso 20 Aprile 2020 è stata resa disponibile sul sito di Python la versione 2.7.18 del popolare linguaggio di programmazione. Si tratta dell’ultima versione di Python 2, dopo quasi 20 anni dal suo rilascio.

Python 2 venne pubblicato infatti nel mese di ottobre 2000, mentre la major release successiva fu pubblicata a otto anni di distanza, nel dicembre 2008. Questa versione introdusse alcune modifiche sostanziali al linguaggio, in buona parte per correggere alcuni errori di design ma questo comportò che Python 3 non era completamente retro-compatibile con Python 2.
Questa mancanza di compatibilità all’indietro nonostante furono introdotti degli strumenti per la conversione del codice dalla versione 2 alla 3 fece sì che quest’ultima venne accolta con scarso entusiasmo e il passaggio dalla alla major release più recente avvenne con estrema lentezza. Tanto per fare un esempio solo con la versione 20.04 di Ubuntu e delle distribuzioni derivate Python 2 è stato definitivamente abbandonato in favore di Python 3.

Con la versione quindi pubblicata qualche giorno fa si sancisce definitivamente la fine dello sviluppo di Python 2. Continua invece a pieno ritmo lo sviluppo di Python 3, nel mese di ottobre del 2019 è stata rilasciata l’ultima major release, la 3.8 che nel frattempo ha ricevuto due aggiornamenti mentre è stata già pubblica la prima alfa della versione 3.9.

In uno dei prossimi articoli riassumerò brevemente le principali novità introdotte dalla versione 3.8 del linguaggio

Condividi su
Dai il tuo supporto all'autore donando con

Francesco Bresciani
SCRITTO DA
Francesco Bresciani